Avevamo un patto di solidarietà (e non lo sapevamo).

Continua la strumentale e vergognosa contrapposizione leghista tra immigrati e terremotati.
Il sindaco di Bondeno tuona dalle pagine dei media locali che
“Chi vìola il patto di solidarietà tra terremotati, vendendosi come un Giuda per 30 denari merita una batosta fiscale, con i soldi così ottenuti potremo dare nuovi aiuti ai terremotati”.
Patto di solidarietà?
Sarebbe ora di piantarla di nascondersi dietro le disgrazie dei terremotati per fare della facile speculazione politica.
Se l’amministrazione Bergamini volesse veramente fare qualcosa di concreto per i propri concittadini terremotati potrebbe iniziare decidendo di non applicare l’iniqua ordinanza 20 (poi diventata 39), quella voluta dal tandem Costi / Bonaccini e che cancella il Contributo di Autonoma Sistemazione ai terremotati che, dopo 39 mesi dal sisma, sono ancora fuori dalla loro abitazione danneggiata dal terremoto.
Insomma: fatti, non pugnette!

About Author

Connect with Me:

Leave a Reply